GRUPPI D‘AZIONE PER L’INNOVAZIONE ETICA E LO SVILUPPO SOSTENIBILE

FINALITÀ DELL’INIZIATIVA

PROMUOVERE LA CONDIVISIONE DI CONOSCENZE ED ESPERIENZE TRA AZIENDE CHE VOGLIONO DISTINGUERSI PER SENSO DI RESPONSABILITÀ

SENZA CHE CI SIA DIVULGAZIONE DI DATI E INFORMAZIONI AZIENDALI MA SOLO CONFRONTO DI METODOLOGIE

IN MODO DA:

  • AGEVOLARE LA PRATICA DEFINIZIONE DI INDIRIZZI AZIENDALI DINANZI AI CAMBIAMENTI  DELLA QUARTA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE (SPESSO CITATA COME INDUSTRIA 4.0),ISPIRANDOSI AI CRITERI “GLOBAL COMPACT” DELL’ONU E ALLE “LINEE GUIDA DI TIPO ETICO SULL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE” DELLA COMMISSIONE EUROPEA.
  • FAVORIRE UN APPROCCIO PRATICO PER LA PIANIFICAZIONE E IL RAGGIUNGIMENTO DI TRAGUARDI AZIENDALI DI SOSTENIBILITÀ COERENTI CON GLI OBIETTIVI ONU DELL’AGENDA 2030 PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE E CON LE 10 PRORITÀ DELL’UNIONE EUROPEA.
  • IN PRESENZA DI SISTEMI DI GESTIONE ATTIVI A FRONTE DI STANDARD ISO (9001/14001/22000/ 27001/45001 e ALTRI) INTEGRARE PERTINENTI PARTI DELLA LINEA GUIDA ISO 26000 SELEZIONATE SU BASE VOLONTARIA E UTILI PER RAFFORZARE AZIONI DI RESPONSABILITÀ SOCIALE DELL’AZIENDA.
  • EVITARE DI RIPARTIRE DA ZERO IN ANALOGHE SITUAZIONI CON OPPORTUNITÀ E RISCHI GIÀ AFFRONTATI DA ALTRE AZIENDE, SCHIVANDO GLI ERRORI COMMESSI DALLE ORGANIZZAZIONI CHE HANNO ESPLORATO PRIMA DI ALTRE.
  • INDICARE PERCORSI GIÀ SPERIMENTATI E DIFFONDERE LINEE GUIDA E BUONE PRASSI SPESSO ORIGINATE FUORI DAI CONFINI NAZIONALI, CHE SONO POCO NOTE A CAUSA DI BARRIERE LINGUISTICHE O TECNICHE E CHE POSSONO PORTARE SIGNIFICATIVO VALORE AGGIUNTO.

TUTTO QUESTO SENZA CHIEDERE SPECIFICI DATI E INFORMAZIONI  RISERVATE MA BASANDOSI SU CONDIVISIONE E CONFRONTO DI TIPO METODOLOGICO.

FASI OPERATIVE

I GRUPPI INTERAZIENDALI SARANNO OPERATIVI A DISTANZA (MEDIANTE SPECIFICO COLLEGAMENTO TRAMITE INTERNET MESSO A DISPOSIZIONE DA AICQCN) E SI ARTICOLERANNO IN QUESTE 4 AREE TEMATICHE:

1 – INTELLIGENZA ARTIFICIALE E TECNOLOGIE ABILITANTI

2 – GESTIONE AMBIENTALE PER LA SOSTENIBILITÀ

3 – ECONOMETRIA PER LA SOSTENIBILITÀ  

4 – RESPONSABILITÀ SOCIALE E COMUNITÀ SOSTENIBILI

I REFERENTI DELLE AZIENDE ADERENTI ALL’INIZIATIVA POTRANNO LIBERAMENTE SCEGLIERE DI PARTECIPARE A UNO O PIÙ GRUPPI INTERAZIENDALI A SECONDA DEI LORO INTERESSI.

OGNI GRUPPO INTERAZIENDALE AVRÀ UN REFERENTE CON FUNZIONI DI COORDINAMENTO OPERATIVO INDICATO DA AICQCN.

SI PREVEDONO DUE RIUNIONI AL MESE DI OGNI GRUPPO (SEMPRE A DISTANZA) DELLA DURATA MINIMA DI MEZZ’ORA E MASSIMA DI UN’ORA.

LE FASI OPERATIVE SEGUIRANNO UN CICLO ITERATIVO COSÌ CONCEPITO:

  1. CONFRONTO SULLA SITUAZIONE ATTUALE (COSIDDETTA “AS-IS”)
  2. CONFRONTO SUI MIGLIORAMENTI CONCEPIBILI E SULLE CRITICITÀ NOTE E/O INDIVIDUABILI
  3. CONDIVISIONE DI METODOLOGIE Già NOTE AD ALCUNE AZIENDE MA NON A TUTTE E/O SU METODOLOGIE NUOVE PER TUTTE (NEL SECONDO CASO PRESENTATE DA AICQCN)
  4. VALUTAZIONE DI COME ESPANDERE LA CONDIVISIONE DI CONOSCENZE ED ESPERIENZE IN DIREZIONE DI ORGANIZZAZIONI ESTERNE AI GRUPPI INTERAZIENDALI

LE DIRETTRICI DI ATTIVITÀ PER IL 2019 SARANNO FOCALIZZATE SU:

  • METODOLOGIE PER LA PIANIFICAZIONE (SPECIFICHE PER OGNUNA DELLE 4 AREE TEMATICHE)
  • LINEE GUIDA E BUONE/MIGLIORI PRASSI (SPECIFICHE PER OGNUNA DELLE 4 AREE TEMATICHE)

Coordinatore

Giovanni Mattana

Referente per l’Intelligenza Artificiale e le Tecnologie Abilitanti

Edoardo Chiesa

Referente per la Gestione Ambientale Sostenibile 

Emanuele Tagliabue

Referente per Econometria per la Sostenibilità

Alessandro Celegato

Referente per la Responsabilità Sociale e Comunità Sostenibili

Nicoletta Feroleto