WORKSHOP GRATUITO: IL PROJECT MANAGEMENT E IL BIM E LE LORO INTERCONNESSIONI

MILANO, 16 APRILE 2018 (ORE 17.00 – 19.00)

 IL PROJECT MANAGEMENT E IL BIM E LE LORO INTERCONNESSIONI

Relatori: Ing. LUIGI GAGGERI
Ing. ALESSIO BERTELLA

OBIETTIVI E FINALITA’
Il mondo delle costruzioni assiste oggi ad un profondo e rivoluzionario cambiamento caratterizzato dall’implementazione del Building Information Modeling (BIM) nell’ambito dei processi organizzativi. L’evento si propone di mettere in evidenza le costanti interconnessioni che si manifestano nello sviluppo dei due processi metodologici ed illustrare come l’approccio BIM si debba correlare con le metodologie di Project Management e viceversa. È essenziale sottolineare come il raggiungimento degli obiettivi dei tre attori del triangolo gerarchico decisionale Project Manager, BIM Manager e BIM Coordinator presenti sostanziali opportunità ma incontri allo stesso tempo delle criticità che devono essere riconciliate.
CONTENUTI
Il workshop ha l’intento di delineare le risposte alle domande che sorgono nell’organizzazione del progetto. In particolare:
– Quali sono le metodologie a base del Project Management?
– Quali sono le interconnessioni tra l’attività di Project Management e il BIM?
– Quando si inserisce l’approccio BIM in una struttura cosa succede? Quali sono i rapporti con le altre figure dell’Organizzazione?
– Quali sono le criticità nell’aver introdotto il BIM nell’organizzazione di progetto? Come mitigare dette criticità? Quali sono invece le numerose opportunità? Come gestire il tutto?
– Come deve essere la figura del Project Manager nel relazionarsi al BIM Manager?
– Quali le relazioni tra BIM Manager e BIM Coordinator?
DESTINATARI
Tutti i professionisti, le imprese e gli attori delle amministrazioni pubbliche, ed in particolare i RUP, che a diverso titolo intendono affrontare le tematiche della progettazione integrata PM – BIM.
RELATORI
Ing. Luigi Gaggeri – Project Manager certificato AICQ SICEV, docente senior accreditato presso ISIPM. Ha gestito quale PM importarti commesse internazionali (Ministry of Public Works and Housing – Saudi Arabia -, consulente di PM per ricostruzione Teatro Amintore Galli di Rimini, ecc). Visiting Professor di Project Management in numerosi corsi presso Università italiane.
Ing. Alessio Bertella – Ingegnere edile Libero Professionista, in Harpaceas svolge attività di consulenza sulla digitalizzazione della commessa nell’ambito della filiera delle costruzioni, dalle tecnologie informatiche legate al BIM ai processi ad essa collegate; è delegato per Harpaces al tavolo UNI/CT 033/GL 05 per la stesura delle norme UNI 11337:2017 “Gestione digitale di processi informativi delle costruzioni”.

Per iscriversi inviare una mail a segreteria@aicqcn.it.

IFS-Food-Version-6.1

SEMINARIO GRATUITO: IFS 6.1, COSA CAMBIA?

Milano, 23 marzo 2018 (ore 15.30 – 17.30) 

Sede da definire

SEMINARIO GRATUITO

“IFS 6.1, COSA CAMBIA?”

Nucleo Alimentare di AICQ Centronord – Nuova versione dello Standard IFS Food

Presentazione:
L’IFS ha recentemente pubblicato una nuova versione dello Standard IFS, con impatto sul protocollo di audit, l’attività degli enti certificatori e sui requisiti applicabili.
Programma:
– 15.00  Registrazione partecipanti.
– 15.30  Avvio dei lavori con il seguente programma:
•    Presentazione AICQ CentroNord (Presidente);
•    Tempistiche di applicazione, Protocollo di audit, Selezione dell’Ente Certificatore e accordi contrattuali, Tipo e scopo di Audit, Processo di certificazione, Attività di IFS Integrity Program. Requisiti degli Enti di Accreditamento, Requisiti degli Organismi di Certificazione, Requisiti degli Auditor, Report di audit; requisiti del certificato, Audit non annunciati, (Luisa Maria Reina);
•    La nuova terminologia per la frode alimentare, la gestione allergeni, i requisiti per la frode alimentare (Massimo Raio).
– 17.30  Conclusioni e dibattito.

Relatori:
LUISA REINA – Ispettore tecnico Accredia DL – DT, Valutatore In Office IFS Integrity Program Perito del Tribunale di Milano, Consulente di Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare.
MASSIMO RAIO – Già Responsabile Assicurazione Qualità nei Gruppi Unichips e Ventura, consulente libero professionista e Auditor di Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare. Docente IFS.

Modalità di iscrizione:
Basta semplicemente mandare una mail a segreteria@aicqcn.it.

Contributo segreteria: attestato e materiale didattico in formato PDF
– SOCI AICQ Centronord: GRATIS
– NON SOCI: € 10,00

HOUSE OF QUALITY

WORKSHOP GRATUITO: “HOUSE OF QUALITY”

20 dicembre 2017 (ore 14:00 – 18:00)
AICQ CN – Associazione Italiana Cultura Qualità Centronord
Via M. Macchi, 42 – 20124 Milano

WORKSHOP GRATUITO

“House of Quality”

Descrizione
Sempre più organizzazioni hanno compreso l’importanza di sviluppare prodotti e servizi di qualità ascoltando la voce dei clienti al fine di raccoglierne i requisiti. Requisiti che interrogano la capacità di risposta in termini di soluzioni, beni o servizi.
Utilizzare un tool come l’House of Quality significa intraprendere un percorso di miglioramento dell’intero processo di progettazione o riprogettazione di beni, servizi o soluzioni organizzative. Un viaggio che inizia ascoltando la voce del cliente che interroga la propria capacità di risposta, ma che poi prosegue all’interno dell’organizzazione coinvolgendo tutti gli attori aziendali coinvolti nella fasi di pianificazione e implementazione.
Un particolare valore di questa metodologia risiede in un approccio olistico sia rispetto al pieno coinvolgimento di tutte le parti interessate sia nella gestione di input e dati di origine diversa attraverso un unico tool.

Obiettivi
• Conoscere e comprendere un tool innovativo, intuitivo e cooperativo per la gestione dei processi di progettazione o riprogettazione dei servizi a partire dall’ascolto dei requisiti dei clienti.
• Comprendere l’importanza della “customer centricity”.
• Comprendere la complessità del processo di elicitazione dei requisiti del cliente e di come lo stesso si ponga all’interno di una sistema altrettanto complesso.

Programma
• La “customer centricity”: accenni ed elementi di contesto
• House of quality: finalità, contenuti e applicazioni
• Casi di applicazione

Continua a leggere la locandina QUI!
Satistica per insegnanti

WORKSHOP GRATUITO: “Statistica per gli insegnanti: cosa potresti imparare dai dati”

30 novembre 2017 (ore 16:00 – 18:00)
AICQ CN – Associazione Italiana Cultura Qualità Centronord
Via M. Macchi, 42 – 20124 Milano

WORKSHOP GRATUITO

promosso all’interno della Settimana Europea della Qualità 2017
“La qualità Trasforma”

“Statistica per gli insegnanti: cosa potresti imparare dai dati”

RELATORE: ALESSANDRO CELEGATO

PRESENTAZIONE
Lo scopo del presente Workshop è quello di avvicinare i partecipanti alle tecniche statistiche attraverso semplici esempi e prove pratiche.
Il concept ed il driver di questo Workshop è la praticità nell’applicare la metodologia statistica nella Scuola, sia essa primaria che secondaria.
Verrà data la precedenza alla praticità, “dimenticando” dove possibile gli aspetti teorici e formali.

Iscriviti via e-mail: segreteria@aicqcn.it
Data Protection Officier

WORKSHOP GRATUITO: “Ruoli e competenze del DPO (Data Protection Officer) con riferimento al nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati personali (GDPR)”

Milano, 27 novembre 2017 (ore: 17.00 – 19.00)
AICQ CN – Associazione Italiana Cultura Qualità Centronord
Via M. Macchi, 42 – 20124 Milano

WORKSHOP GRATUITO

promosso all’interno della Settimana Europea della Qualità 2017
“La qualità Trasforma”

 “Ruoli e competenze del DPO (Data Protection Officer) con riferimento al nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati personali (GDPR)”

Relatore: DOTT. EDOARDO CHIESA

 

PRESENTAZIONE
Il GDPR (General Data Protection Regulator)  o Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati – RGPD in italiano) è il regolamento europeo che è destinato nel tempo a sostituire l’attuale normativa privacy 196/2003. Il regolamento è stato approvato il 27 aprile 2016 e verrà applicato a partire dal 25 maggio 2018 dopo un periodo di transizione di due anni e, a differenza di una Direttiva, non richiede alcuna forma di legislazione applicativa da parte degli stati membri.
FEDERPRIVACY  (rif. Newsletter del 24 Ottobre c.a.) stima un fabbisogno di 45.000 esperti tra consulenti in materia di data protection e DPO.
Il DPO –Data Protection Officer (o RPD – Responsabile Protezione Dati), è dunque una delle nuove figure professionali previste Questa  figura professionale ha caratteristiche  in evoluzione e in attesa di interpretazioni da parte del Garante della Privacy.
L’incontro si propone l’obiettivo di inquadrare il DPO all’interno del GDPR e delle organizzazioni, di capire i punti già definiti alla data del workshop e quelli ancora aperti.

PROGRAMMA
Breve presentazione del nuovo GDPR (General Data Protection Regulator )
Accenno alle differenze tra l’attuale normativa privacy 196/2003 e il GDPR
Cenno alle principali figure professionali  legate alla nuova Privacy.
Approfondimento sulla figura del DPO:

  • Ruolo
  • Competenze
  • Corsi “proprietari” ed esami
  • Le proposte dell’UNI
  • L’intervento del Garante della Privacy
  • Come dovrebbe agire in concreto un DPO
  • Un esempio di assessment

Varie:

  • Sistemi di gestione legati alla privacy
  • Esempi di normative ISO  legate alla privacy
Iscriviti via e-mail: segreteria@aicqcn.it
CONOSCENZE PROFESSIONALI E PRINCIPI MORALI NELLA GLOBALIZZAZIONE

WORKSHOP GRATUITO: “CONOSCENZE PROFESSIONALI E PRINCIPI MORALI NELLA GLOBALIZZAZIONE”

Milano, 24 novembre 2017 (ore: 16:00 – 18:00)
Aicq Centronord, Via Mauro Macchi 42

 “CONOSCENZE PROFESSIONALI E PRINCIPI MORALI NELLA GLOBALIZZAZIONE”

 

 Relatore: RENZO SERRA

Evento promosso all’interno della Settimana Europea della Qualità 2017
“La qualità Trasforma”

 

FINALITA’
Il workshop si propone di fornire ai partecipanti le conoscenze di sviluppo sostenibile richieste dal mondo del lavoro, ponendole in relazione con i principi morali richiesti dalla globalizzazione per lo sviluppo di una società prospera e pacifica.

PROGRAMMA

Ore 16:00 – PRIMA PARTE: I VALORI DELLE AZIENDE

  • Origini, diffusione e valori dello sviluppo sostenibile e dei Sistemi di Gestione per Qualità, Ambiente, Sicurezza e Responsabilità sociale; rischi di business economici e sociali.
  • Opportunità occupazionali, sviluppo culturale e contenuti morali offerti dai Sistemi di Gestione; impatto dei valori nelle Organizzazioni e sulla qualità della vita.
  • Vantaggi competitivi delle Organizzazioni che applicano valori condivisi, coinvolgimento degli stakeholders, ruolo dell’etica del business.

Ore 16:30 – SECONDA PARTE: I PRINCIPI DELLA GLOBALIZZAZIONE

  • L’Agenda ONU 2030 per salvare il pianeta.
  • Principi morali consolidati nello scenario della globalizzazione e applicati dalla finanza internazionale.
  • Approccio sociale ed economico secondo i valori delle filosofie orientali e convergenza dei valori cristiani e confuciani.

Ore 17:00 – TERZA PARTE: DALLA “SOCIETÀ LIQUIDA” ALLA “SOCIETÀ RESPONSABILE”

  • Proposte per il “cambio di marcia” dell’ASviS – Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile.
  • Nuovo approccio per il cambiamento: analisi delle cause delle carenze, progettazione delle riforme secondo gli standard internazionali e le “best practices” globali.
  • Nuova VISION e MISSION delle aziende e delle istituzioni per perseguire l’obiettivo dell’armonia globale.

Ore 17:30 – 18:00 – DIBATTITO

 

Per iscriversi inviare una mail all’indirizzo: segreteria@aicqcn.it
novità dal mondo della normazione

WORKSHOP GRATUITO: “NOVITA’ DAL MONDO DELLA NORMAZIONE”

Milano, 21 novembre 2017 (ore: 16,30 – 18,30)
Aicq Centronord, Via Mauro Macchi 42

“NOVITA’ DAL MONDO DELLA NORMAZIONE”
Norme emesse di recente e prossime emissioni

 

 Relatore: DOTT. GIOVANNI MATTANA

Evento promosso all’interno della Settimana Europea della Qualità 2017
“La qualità Trasforma”

 

Programma dell’evento
16.15  Registrazione dei Partecipanti.

16.30 – 18.30 Workshop gratuito
Il  Workshop  intende offrire una visione panoramica del tema in oggetto, soffermandosi su nuove emissioni riguardanti la Qualità (nuova Iso 9004, Iso 9002, Reclami, altre norme della serie 10000…);
ma anche riguardanti temi affini quali l’Audit ( nuova Iso 19011 e Mistery auditor), la Iso 9001 nelle Amministrazioni  Comunali, l’Innovazione, la Valutazione del Rischio,i metodi stsistici;
e anche nuove emissioni su Risorse umane, Responsabilità Sociale e Acquisti sostenibili, Governance delle  Organizzazioni.

Per iscriversi inviare una email a segreteria@aicqcn.it

SMART CITY E SISTEMI DI GESTIONE

WORKSHOP GRATUITO: “SMART CITY E SISTEMI DI GESTIONE: quali applicare (e come) per migliorare la qualità della vita”

Milano, 14 novembre 2017 (ore: 17.00 – 19.00)

Aicq Centronord, Via Mauro Macchi, 42

 “SMART CITY E SISTEMI DI GESTIONE: quali applicare (e come) per migliorare la qualità della vita”

 

Relatore: DOTT. EDOARDO CHIESA

Evento promosso all’interno della Settimana Europea della Qualità 2017
“La qualità Trasforma”

PRESENTAZIONE
Le Smart Cities sono oggi in evoluzione in ogni parte del mondo, sono previsti  25 trilioni di dollari per 600 smart city del futuro che traineranno nei prossimi anni gli investimenti in infrastrutture e costruzioni (fonte: Startup business Weekly newsletter del 11 ottobre 2017).
Le Smart Cities sono e saranno sempre più Organizzazioni così come lo sono le aziende e gli enti  che già oggi possono utilizzare, come riferimento per la propria gestione e il miglioramento, l’ampio mondo delle normative relative ai sistemi di gestione promulgate dall’ISO e applicate nei vari Paesi.
Pertanto anche alle Smart Cities possono applicarsi quelle normative che oggi sono seguite dalle aziende. Possiamo concretamente  citare normative sull’ambiente, sul risparmio energetico,  sulla sicurezza dei dati e delle informazioni che le Smart Cities, tramite le tecnologie ICT producono e che devono poi trattare, classificare, rendere disponibili, salvare e recuperare.
È quindi importare provare a capire, a partire da una classificazione di Smart City  (ad esempio utilizzando quella definita e proposta negli Stati Uniti d’America) a quali elementi  di una Smart City  si può “dare evidenza” di effettiva e pratica applicazione e di raggiungimento di obiettivi  tramite  la compliance a  varie norme.

OBIETTIVI
L’incontro si propone diversi obiettivi:
A. culturale (proponendo esempi di norme riferibili alle Smart citiies);
B. applicativo (proponendo una discussione su come si possono avviare processi di applicazione di sistemi di gestione in una Smart city);
C. business (provando a proporre come e dove si possono creare opportunità);
D. finale (presentando  quali dovrebbero  essere gli scopi ultimi  di una Smart city).

PROGRAMMA

A. Obiettivo culturale

  1. Definizione di Smart City
  2. Come capire  quanto una città è Smart:
    • I parametri in gioco
    • un esempio il rapporto annuale  Icityrate (rif. IcityLab Milano Ottobre 2017)
  3. Una prima norma di riferimento: ISO  37120:2014 Sustainable development of communities — Indicators for city services and quality of life
  4. Una guida internazionale alla creazione di Smart city
  5. Esempi di normative specifiche riferibili alle Smart cities
  6. Smart city e ICT (Information  Communication Technology) l’importanza dei dati (Big Data)
    • Normative di riferimento
    • Esempio di applicazione
  7. Opportunità (P.A., Aziende, Sistemi di gestione)
  8. Esempi di Smart City
  9. Alcuni  ulteriori riferimenti (Italia)
  10. Un futuro possibile: block chain

B. Obiettivo applicativo (come si possono avviare processi di applicazione di sistemi di gestione in una Smart city)

  1. Discussione con i partecipanti

C. Obiettivo Business (come e dove si possono creare opportunità)

  1. Sistemi di Gestione nell’ambito di Smart Cities «Brownfield»
  2. Opportunità
  3. Approfondimento Smart City «Greenfield»

D. Obiettivo Finale (quali dovrebbero  essere gli scopi ultimi  di una Smart city)

Per iscriversi inviare una mail all’indirizzo: segreteria@aicqcn.it

 

FSSC 22000 V. 4.1: REQUISITI E COME SODDISFARLI

CONVEGNO: “FSSC 22000 V. 4.1: REQUISITI E COME SODDISFARLI”

AICQ SETTORE ALIMENTARE

14 Dicembre 2017, ore 09:00 – 17:00

AICQ Centronord – Milano, Via Mauro Macchi, 42

“FSSC 22000 V. 4.1: REQUISITI E COME SODDISFARLI”

PRESENTAZIONE

La certificazione FSSC 22000 è arrivata alla versione 4.1, pubblicata a fine luglio 2017 e in vigore dal 1 gennaio 2018. Lo standard nasce dalla collaborazione della Food Safety Certification con multinazionali del settore alimentare, tra cui Nestlè, Danone, Kraft e Unilever; ed è proprio il contributo dei grandi attori internazionali che hanno decretato il successo di questo standard, in continua crescita.
Rispetto a standard proprietari del mondo dei retailer, si pone come uno standard flessibile, ma allo stesso tempo specifico per ciascun attore della filiera alimentare, attraverso l’applicazione di programmi di prerequisiti (PRP) ad hoc per le aziende di trasformazione, logistica, catering, etc.
Coprendo tutti gli scopi di prodotto (o quasi), lo standard sta assumendo una rilevanza sempre più importante, diventando una certificazione ambita e riconosciuta dal mondo industriale.

OBIETTIVO
Mostrare i requisiti dello standard, presentando applicazioni concrete anche grazie all’ esperienza diretta di un’azienda che ha implementato efficacemente lo standard.
Aggiornamento per responsabili, consulenti e auditor dei sistemi FSSC22000.

Per ulteriori informazioni scarica la locandina QUI.

________________________________________________

MODALITA’ D’ISCRIZIONE
Il modulo di iscrizione (che si trova QUI) dovrà essere compilato in ogni sua parte e inviato all’indirizzo mail segreteria@aicqcn.it, entro il 30 novembre 2017.
Il numero massimo di partecipanti è pari ai primi 40. I successivi saranno in lista di attesa.

LA NUOVA NORMA ISO 17025:2017

LA NUOVA NORMA ISO 17025:2017 PER I LABORATORI DI PROVA E DI TARATURA

 13 Novembre 2017 presso Aula Nievo – Palazzo del Bo,

Università di Padova Via VIII Febbraio, 2 – Padova

Siamo lieti di pubblicizzare il convegno in oggetto

Aicq Nazionale è lieta di annunciare il Convegno “LA NUOVA NORMA ISO 17025:2017 PER I LABORATORI DI PROVA E DI TARATURA” che vede coinvolta oltre ad Aicq Nazionale, patrocinante l’iniziativa assieme ad Accredia, anche AICQ Triveneta e il Comitato Laboratori di Prova e Taratura, quali organizzatori congiuntamente al Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Padova e a CESQA – (Centro Studio Qualità Ambiente).

La notizia completa dell’evento al link: http://aicqna.it/2017/10/11/la-nuova-norma-iso-170252017-per-i-laboratori-di-prova-e-di-taratura/